Primi 10 giorni di governo

Primi 10 giorni di governo

PIANO DI AZIONI

PER I PRIMI DIECI GIORNI DI GOVERNO

 

PIANO DI AZZERAMENTO LISTE D’ATTESA SANITARIE 

Nei primi dieci giorni di governo porremo in essere un piano urgente di abbattimento di tutte le liste d’attesa, attraverso due azioni fondamentali. 

Diagnostica h24 in tutti i presidi ospedalieri e pubblici, attraverso incentivi e organizzazione efficiente dei servizi, eventuale convenzionamento straordinario di personale qualora quello disponibile  non fosse sufficiente. Piano emergenziale sino a totale esaurimento delle liste d’attesa;

predisposizione di un piano sanitario emergenziale da definire in termini immediati con tutte le categorie mediche indispensabili al raggiungimento di tale obiettivo.

 

AVVIO CANTIERI “H-24” SUI PRINCIPALI INTERVENTI INFRASTRUTTURALI URGENTI 

Delibera ricognitiva urgente su tutte le opere infrastrutturali fondamentali, individuazione attraverso parametri emergenziali di quelle immediatamente sottoponibili a procedimenti di accelerazione delle opere in corso d’opera definendo con organizzazioni sindacali e imprese i parametri incentivanti per l’avvio di cantieri h24, dalle opere idriche a quelle viarie.

 

EROGAZIONE DI TUTTI I PAGAMENTI ARRETRATI DI FONDI COMUNITARI NELL’AMBITO AGRICOLO E PRODUTTIVO

Predisposizione di un piano immediato di pagamento di tutti gli arretrati relativi ai fondi PSR. Tale piano sarà attuato con un piano produttivo interno, attraverso il rafforzamento strutturale delle aree competenti, sia con risorse umane che operative. Qualora le risorse pubbliche non fossero sufficienti ad erogare in 30 giorni tutti gli arretrati si provvederà ad un’estensione dell’intervento a tutte le società di assistenza tecnica in capo ai fondi strutturali. Tale intervento dovrà essere monitorato attraverso procedure pubbliche e informatizzate verificabili dall’esterno.

 

ACCORDO COMPAGNIE LOW COST 

Definizione immediata dell’accordo con le compagnie low cost per la sottoscrizione di intese co-marketing attraverso la destinazione di tutte le risorse destinate alla promozione a tale obiettivo, prevedendo un urgente variazione di bilancio fino al concorso di 100 milioni di euro.

Tale azione sarà esperita con selezione aperta sino all’esaurimento fondi attraverso una regia regionale in capo alla presidenza della RAS e gli assessorati competenti.