Settori vitali – Trasporti

Settori vitali – Trasporti

Vogliamo revocare le convenzioni con la Tirrenia e perseguire un modello innovativo di continuità territoriale che garantisca uno strumento regolatore dei costi e dei servizi. In tal senso è necessario, sin dalla revoca della convenzione e/o risoluzione contrattuale in base agli artt.14 e 15 della convenzione con la Tirrenia, di un piano emergenziale che contempli un contributo di abbattimento dei costi per tutte le persone e merci che utilizzino compagnie che svolgono regolarmente per tutto l’anno, per determinate frequenze e tratte il servizio di collegamento da e per la Sardegna.

La Regione Autonoma della Sardegna è il soggetto che deve decidere. 

Puntiamo all’immediata cancellazione della procedura di assegnazione della gara di continuità territoriale perché illegittima e illegale, con compensazioni ingiustificate che costituiscono palese danno erariale.

Si tratta di introdurre la tariffa unica, residenti e non, da e per la Sardegna con la definizione di costi direttamente connessi al costo dell’ora volata.

Dai dati elaborati è possibile svolgere le principali tratte con costi di 30 euro su Roma e 35 su Milano.

Sulla continuità territoriale con le Regioni insulari devono essere eliminate le tasse di ogni natura.

Puntiamo a rendere operativa la Zona Franca Doganale nel porto di Cagliari attraverso la realizzazione del piano di gestione e vogliamo dare avvio immediato alla costituzione della Piattaforma Logistica del Mediterraneo intesa come Sistema Integrato connesso con le reti TEN-T europee.