agricoltura Tag

Realizzare il più grande piano agro-pastorale e forestale della Sardegna. Far uscire il sistema agricolo dallo strozzinaggio bancario e dalla disastrosa gestione di questi ultimi dieci anni per trasformarlo nel più moderno sistema produttivo del Mediterraneo. Intervento immediato per la ricapitalizzazione delle aziende, una pala eolica remunerata per ogni azienda, serre produttive con la generazione di energia alternativa, sistemi di microirrigazione, processo colturale unitario per filiere territoriali e settoriali, piano unitario di commercializzazione e marketing. Primo obiettivo: non importare più prodotti agroalimentari. Oggi la Sardegna importa l’80% dei consumi agroalimentari, noi dobbiamo avviare processi che invertano la tendenza. Una grande piano Marshall per l’agro-pastorizia e la trasformazione. Sarà realizzata una dogana sarda ambientale e sanitaria nei porti al fine del controllo fitosanitario e veterinario di qualsiasi prodotto agroalimentare in ingresso individuando provenienza, legalità della produzione sul piano ambientale e sanitario e tracciandone il commercio in Sardegna.

PIANO DI AZIONI PER I PRIMI DIECI GIORNI DI GOVERNO   PIANO DI AZZERAMENTO LISTE D’ATTESA SANITARIE  Nei primi dieci giorni di governo porremo in essere un piano urgente di abbattimento di tutte le liste d’attesa, attraverso due azioni fondamentali.  Diagnostica h24 in tutti i presidi ospedalieri e pubblici, attraverso incentivi e organizzazione efficiente dei servizi, eventuale convenzionamento straordinario di personale qualora quello disponibile  non fosse sufficiente. Piano emergenziale sino a totale esaurimento delle liste d’attesa; predisposizione di un piano sanitario emergenziale da definire in termini immediati con tutte le categorie mediche indispensabili al raggiungimento di tale obiettivo.   AVVIO CANTIERI “H-24” SUI PRINCIPALI INTERVENTI INFRASTRUTTURALI URGENTI  Delibera ricognitiva urgente su tutte le opere infrastrutturali fondamentali, individuazione attraverso parametri emergenziali di quelle immediatamente sottoponibili a procedimenti di accelerazione delle opere in corso d’opera definendo con organizzazioni sindacali e imprese i parametri incentivanti per l’avvio di cantieri h24, dalle opere idriche a quelle viarie.   EROGAZIONE DI TUTTI I PAGAMENTI ARRETRATI DI