lingua sarda Tag

La definizione del nuovo rapporto tra Sardegna e Italia è fondamentale per il riconoscimento dei diritti del popolo sardo all’autodeterminazione. Il nuovo rapporto tra Stato italiano e nazione sarda è la sfida politica più alta di Sardi Liberi.  Finché il popolo sardo continuerà a farsi rappresentare dai partiti italiani o da movimenti politici locali che hanno assimilato il modus operandi affaristico e subalterno del periodo autonomistico, nulla potrà mai cambiare nella condizione di sottosviluppo funzionale agli interessi italiani. In questa direzione va bloccato il tentativo maldestro dello Stato di cancellare la differenziazione tra Regioni speciali e quelle ordinarie, facendo sopravanzare queste ultime con atti incostituzionali e lesivi del principio di coesione e riequilibrio comunque sanciti dalla stessa Costituzione italiana. È condizione essenziale proporre l’impugnativa costituzionale di tali atti con particolare riferimento agli accordi tra Stato italiano e Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto. È fin troppo evidente che l’attribuzione di poteri rilevanti e ingenti risorse

Una scuola sarda, con docenti sardi, per pianificare lo sviluppo e la crescita della nazione sarda. Un piano di rinascita culturale, sociale ed economico che sappia mettere al centro del futuro dell’Isola la crescita dei nostri giovani e sappia trasformare le agenzie della formazione in solidi architravi tra il sapere e il fare. Una visione nuova della società dove la scuola assume il ruolo guida della nuova e restituita identità del Popolo Sardo. Ora più che mai le identità dei popoli sono e rappresentano un valore insostituibile e decisivo un futuro di democrazia e partecipazione. Per questa ragione, in virtù della sua connotazione identitaria, culturale, storica, sociale e geografica la nostra nazione è chiamata ad individuare una nuova visione della formazione dei suoi giovani capace di coniugare il valore della propria identità con l’ambizione di essere protagonisti nella modernità e nel futuro. Un piano culturale strategico che mira a porre al centro