pianificazione Tag

In questi anni il centrosinistra prima e il centrodestra dopo hanno proposto strategie fallimentari sia sul piano della visione che gestionali del governo del territorio. Hanno posto al centro del confronto la quantità delle volumetrie non ponendosi in alcun modo l’obiettivo strategico della qualità, a partire dalla riqualificazione e rifunzionalizzazione dell’esistente in una moderna concezione di pianificazione dinamica e funzionale alle modificazioni economiche. Noi ribalteremo l’approccio al tema della pianificazione: non quantità ma qualità. Il primo provvedimento che adotteremo punta a rendere immediata e automatica la modifica della destinazione urbanistica all’interno di parametri funzionali prestabiliti in grado di attivare senza ulteriori perdite di tempo il recupero dell’esistente, dalle vecchie strutture minerarie a quelle militari, dalle vecchie volumetrie industriali a quelle dei piccoli paesi, consentendo, per esempio, la rifunzionalizzazione in chiave turistico ricettiva di tutte quelle abitazioni abbandonate e chiuse. Nel contempo ridisegneremo la pianificazione urbanistica e paesaggistica, con una legge urbanistica che

È il piano infrastrutturale strategico per la Sardegna. Con priorità per le arterie di connessione intermodale con porti e aeroporti dell’Isola. Prevede di cancellare il nefasto dispositivo del Governo Monti che ha previsto l’esclusione della Sardegna dalle infrastrutture strategiche dello Stato perché non ricomprese nei corridoi europei. L’obiettivo è ribadire in un piano decennale la realizzazione di una vera e propria piattaforma strategica del Mediterraneo, attraverso la connessione viaria e ferroviaria degli aeroporti di Cagliari, Olbia, Alghero, Fenosu e Tortolì e i porti di Olbia, Cagliari, Porto Torres, Arbatax, Portovesme e Oristano. Con la connessione tra dorsale centrale e Nuoro. Apriremo un vero e proprio “cantiere Sardegna” con l’attivazione di cantieri h24 su tre turni per realizzare e completare tutte le infrastrutture ferme da un decennio, dopo l’avvento nefasto della giunta di centrosinistra e poi quella di centrodestra rivelatesi incapaci di realizzare anche un minimo di infrastrutture strategiche. Prevediamo l’immediato completamento